scadenze

Proroghe versamenti e adempimenti fiscali 2020

 

Una delle misure che il governo ha voluto introdurre dapprima nel Decreto Cura Italia del 17 Marzo 2020, poi nel Decreto Rilancio del 17 Luglio 2020 e da ultimo anche nel Decreto del 14 Agosto 2020  è la proroga delle scadenze fiscali per gli anni 2020 e 2021.

In particolare, è stato definito un nuovo calendario fiscale per il 2020/2021 che ciascun contribuente potrà rinvenire  nell’apposito documento esplicativo disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate nella sezione “Scadenzario fiscale”, da tenere sempre sotto mano per tutti gli aggiornamenti del caso.

 

Proroga imposte 2020 per IVA, ritenute Irpef e contributi INPS

Il decreto agosto modifica il calendario delle scadenze fiscali per il versamento di IVA, IRPEF e contributi INPS sospesi a marzo, aprile e maggio 2020.

Il versamento potrà essere effettuato al 50% entro il 2020 e al 50% tra il 2021 ed il 2022. La prima scadenza resta sempre fissata al 16 settembre 2020, termine entro il quale si potrà pagare il 50% del totale delle imposte sospese in un’unica soluzione o in quattro rate mensili. Il versamento del restante 50% di ritenute Irpef, IVA e contributi INPS potrà essere effettuato a partire dal 16 gennaio 2021, in un massimo di 24 rate mensili di pari importo, e senza l’applicazione di sanzioni ed interessi.

Per i titolari di partita IVA che esercitano attività economiche per le quali sono stati approvai gli ISA, compresi i forfettari, il decreto agosto proroga la scadenza del secondo o unica rata di acconto delle imposte sui redditi 2020. Il termine del 30 novembre 2020 slitta al 30 aprile 2021, ma esclusivamente per i contribuenti che hanno subito una riduzione di fatturato o corrispettivi pari almeno al 33% nel primo semestre rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

 

Cartelle esattoriali sospese fino al 15 Ottobre

I versamenti oggetto di sospensione devono essere effettuati – in unica soluzione o a rate tramite un piano di dilazione da richiedere all’Agenzia della riscossione – entro il mese successivo al termine del periodo di sospensione, ossia entro il 30 novembre 2020.

 

Avvisi bonari e rottamazione ter

Il Decreto Agosto non ha previsto alcuna proroga per il versamento delle somme richieste dal fisco mediante le comunicazioni degli esiti del controllo automatizzato e del controllo formale delle dichiarazioni in scadenza tra l’8 marzo e il 18 maggio 2020. I versamenti sono considerati tempestivi se effettuati entro il 16 settembre 2020, in un’unica soluzione o in 4 rate mensili di pari importo, senza che siano dovuti interessi e sanzioni.

Il Decreto Agosto non è intervenuto nemmeno sui termini di scadenza della “Rottamazione-ter” e del “Saldo e stralcio”, pertanto il termine “ultimo” entro il quale effettuare i pagamenti delle rate in scadenza nel 2020 rimane fissato al 10 dicembre 2020.

 

Condividi
Cart
Your cart is currently empty.