La museruola. È sempre obbligatoria? 

Sull’argomento esistono plurimi dubbi in materia, poiché si ha la falsa credenza che l’animale di grossa stazza o in luogo pubblico, debba necessariamente essere dotato di museruola per poter accompagnare il padrone. Non è così.

Ce lo dice la normativa che disciplina l’uso del guinzaglio obbligatorio a definire quando e come debba essere indossata la museruola. Nello specifico: si deve necessariamente provvedere nei luoghi o nelle vie, e in ogni altro luogo, aperto al pubblico per cani senza guinzaglio e nei luoghi pubblici nonché sui mezzi pubblici di trasporto, come treni e autobus.

Le eccezioni.

La precedente disposizione non è applicabile ai cani definiti “cane-guida”. 

La motivazione è facilmente intuibile. Questa categoria di cane – grazie alla loro funzione assistenziale, di carattere indispensabile per il padrone – non solo devono essere muniti di museruola; inoltre, essi hanno libero accesso anche ai luoghi dove di norma è interdetto l’accesso agli animali. Si sottolinea che in caso di rifiuto di gestori di pubbliche attività di consentire l’ingresso al cane-guida locale, saranno suscettibili di sanzione amministrativa.

Un’altra categoria esente dall’obbligo di museruola – anche senza guinzaglio – sono i cani da guardia, ma solo nei luoghi che sono tenuti a sorvegliare gli spazi ad essi assegnati, che non devono rivestire il carattere di pubblicità; per esempio, sono cani da guardia i cani da pastore adibiti alla cura delle greggi; non solo, anche i cani di servizio nelle forze armate statali rientrano nella sopracitata categoria, pertanto non hanno l’obbligo di museruola o guinzaglio, vista la loro funzione pubblica e l’addestramento specifico ricevuto. 

La legge applicabile in materia.

Nonostante possa essere considerata un fastidio per l’animale o una sorta di costrizione che il padrone impone al suo amico a quattro zampe, la museruola è obbligatoria, o quanto meno è obbligatorio averla con sé ed applicarla se si presentano situazioni potenzialmente pericolose. La sanzione in caso non si abbia con sé la museruola è pari ad €.150,00.

A tal proposito, l’Ordinanza sull’incolumità pubblica del 6/8/13 prevede per evitare l’aggressione dei cani le misure seguenti:

  • “il proprietario di un cane è sempre responsabile del benessere, del controllo e della conduzione dell’animale e risponde, sia civilmente che penalmente, dei danni o lesioni a persone, animali o cose provocati dall’animale stesso;
  • ai fini della prevenzione di danni o lesioni a persone, animali o cose il proprietario e il detentore di un cane deve portare con sé una museruola, rigida o morbida, da applicare al cane in caso di rischio per l’incolumità di persone o animali o su richiesta delle autorità competenti”.

È di tutta evidenza che la ragione e la responsabilità del proprietario del cane – o chi ne ha la disponibilità in quel tempo – debbano farla da padrona. Inoltre, la conoscenza approfondita del proprio animale da compagnia e non, non deve mai far sottovalutare la situazione in cui si trova, ma anzi deve essere oggetto di maggior buon senso. 

Alla fine il buon senso, spesso, risolverebbe da sé molte vicende.

Dott.ssa Valentina Zani

HAI BISOGNO DI UNA CONSULENZA?

Consulenza telefonica
e consulenza via email

Ottieni una consulenza telefonica o via email da un nostro consulente qualificato quando ti è più comodo.
29
PACCHETTO BASE
Consulenza telefonica
  • 20 minuti di consulenza
  • Prenotazione online
  • Scelta del giorno e dell'orario.
  • Nessuna attesa
49
PACCHETTO BASE
Consulenza via email
  • riposte scritte
  • invio documentazione
  • Prenotazione online
  • Nessuna attesa
RICHIESTA MAGGIORI INFORMAZIONI

Richiedi un preventivo gratuito

Contattaci tramite telefono [334 1695918], email [contact@consulenza-pranzo.it] o compila il form sottostante. In breve tempo comunicheremo via email il preventivo personalizzato.