Contributi a fondo perduto del decreto sostegni: come avviene la registrazione contabile?

Giugno 26, 2021by Dott. Fabio Corti

Lo Stato italiano ha istituito, al fine di sostenere i soggetti colpiti dall’emergenza COVID-19, a favore delle imprese e lavoratori autonomi, dei contributi a fondo perduto.

Come vengono registrati contabilmente?

In particolare, il Decreto Legge del 22 marzo 2021, n.41, chiamato Misure urgenti in materia di sostegno alle imprese e agli operatori economici, di lavoro, salute e servizi territoriali, connesse all’emergenza da COVID-19, brevemente Decreto Sostegni, al suo articolo 1 ha previsto, per l’appunto, l’erogazione di un contributo a fondo perduto a sostegno delle attività, più dettagliatamente al comma 1 prevede: “al fine di sostenere gli operatori economici colpiti dall’emergenza epidemiologica «Covid-19», è riconosciuto un contributo a fondo perduto a favore dei soggetti titolari di partita IVA, residenti o stabiliti nel territorio dello Stato, che svolgono attività d’impresa, arte o professione o producono reddito agrario”.

La norma non ha previsto l’erogazione del contributo “a ristoro e/o integrazione di perdite subite”, ma un “sostegno” economico connesso all’emergenza sanitaria straordinaria.

Ai sensi del principio contabile nazionale OIC n.12, al paragrafo 56 lettera f), si rileva che i contributi a fondo perduto sono contributi in conto esercizio e devono essere indicati distintamente nell’apposita sottovoce della voce A5 del conto economico. 

Le voci movimentate con le scritture contabili, in momenti diversi lungo il processo di erogazione del contributo, sono “SP C II Crediti v/enti pubblici” in dare, “CE A5 Contributi in conto esercizio” in avere, e in caso di effettivo incasso “SP C IV banca c/c” in dare e “SP C II Crediti v/enti pubblici” in avere. 

Infatti, i contributi vanno rilevati nell’esercizio in cui è nato con certezza il diritto a percepirli, che può essere anche successivo al periodo d’imposta al quale essi sono riferiti, tenendo presente che solo nel caso di contributo accreditato sul conto corrente del beneficiario, si avrà la certezza del diritto a ottenerlo.

Dott. Fabio Corti

HAI BISOGNO DI UNA CONSULENZA?

Consulenza telefonica
e consulenza via email

Ottieni una consulenza telefonica o via email da un nostro consulente qualificato quando ti è più comodo.
29
PACCHETTO BASE
Consulenza telefonica
  • 20 minuti di consulenza
  • Prenotazione online
  • Scelta del giorno e dell'orario.
  • Nessuna attesa
49
PACCHETTO BASE
Consulenza via email
  • riposte scritte
  • invio documentazione
  • Prenotazione online
  • Nessuna attesa
RICHIESTA MAGGIORI INFORMAZIONI

Richiedi un preventivo gratuito

Contattaci tramite telefono [334 1695918], email [contact@consulenza-pranzo.it] o compila il form sottostante. In breve tempo comunicheremo via email il preventivo personalizzato.