Bonus vacanze: proroga a Giugno 2021 per l’utilizzo

L’articolo 5, comma 6, del decreto Ristori ha prorogato il bonus vacanze fino al 30 giugno 2021, ma la nuova scadenza riguarda solo il suo utilizzo e non anche la domanda che deve essere stata validamente presentata entro lo scorso 31 dicembre 2020.

Un passo indietro: di cosa si tratta

Il bonus vacanza è un’agevolazione di un importo massimo di 500 euro ed è corrisposta a seconda del numero di persone che compongono il nucleo familiare.

Il bonus è utilizzabile nella misura dell’80% sotto forma di sconto per il pagamento dei servizi prestati dal fornitore e per il 20% come detrazione di imposta in sede di dichiarazione dei redditi.

Lo sconto ottenuto viene recuperato dalla struttura ricettiva sotto forma di credito d’imposta utilizzabile in compensazione senza limiti di importo, attraverso il modello F24. In alternativa può essere ceduto a terzi, compresi gli istituti di credito e gli intermediari finanziari.

Perché la proroga al Giugno 2021

Il bonus era stato introdotto a luglio 2020 dal Decreto Rilancio, dopodichè lo scorso novembre ne è stata prorogata la scadenza di sei mesi dal Decreto Ristori, con l’intento di dar maggior possibilità di spesa in un settore gravemente colpito – finanche in occasione delle vacanze natalizie – dalla crisi economica conseguente a quella sanitaria.

Ciò in quanto, con la seconda ondata di contagi, in molti non hanno potuto utilizzare questa agevolazione, visto il lockdown che sta interessando il periodo natalizio; basti pensare, infatti, che, a fine novembre 2020, solo il 15% della platea di beneficiari stimata dal governo aveva effettivamente speso il bonus.

Dove utilizzare il bonus

L’elenco delle strutture ricettive nelle quali utilizzare il bonus è consultabile sul sito di Federalberghi https://bonusvacanze.italyhotels.it; anche per quanto concerne la platea delle possibili strutture ricettive interessate dall’erogazione del bonus, v’è da evidenziare che  nei vari decreti è stata prevista un’ estensione delle stesse,  sino a coinvolgere strutture che svolgono attività stagionale, inclusi gli agriturismi che siano in possesso dei titoli previsti dalle norme nazionali e regionali per l’esercizio dell’attività (per gli agriturismi il riferimento è la legge 96/2006).

Da segnalare, da ultimo, che l’Agenzia dell’Entrate ha confermato che chi non ha occasione o non intende fruire del bonus vacanze entro il 30 giugno 2021 non può cedere il bonus ad altri, non può regalarlo, né tantomeno rinunciarvi in cambio di un corrispettivo in denaro.

Condividi
Cart
Your cart is currently empty.