Avvisi di accertamento: cosa fare se ne ricevi uno

L’avviso di accertamento è un atto impositivo mediante il quale l’Agenzia delle Entrate notifica una pretesa tributaria al contribuente a seguito di un’attività di controllo.

L’avviso di accertamento deve essere sempre motivato, a pena di nullità, e deve indicare:

  • gli imponibili accertati e le aliquote applicate;
  • le imposte liquidate, al lordo e al netto delle detrazioni, delle ritenute di acconto e dei crediti d’imposta;
  • l’Ufficio presso il quale è possibile ottenere informazioni nonché il responsabile del procedimento;
  • le modalità e il termine di pagamento delle imposte;
  • l’organo giurisdizionale al quale è possibile ricorrere e le relative modalità di presentazione del ricorso.

Il contribuente che riceva un avviso di accertamento può, in base alle circostanze del caso concreto da valutarsi con l’ausilio di un avvocato tributarista:

  • accettare il contenuto dell’atto impositivo e quindi pagare le somme dovute entro il termine di 60 giorni dal ricevimento dello stesso, beneficiando in tal caso della riduzione delle sanzioni irrogate;
  • presentare una proposta di accertamento con adesione; in questo caso si apre una parentesi di contraddittorio col Fisco al fine di addivenire ad una definizione congiunta della pretesa tributaria, con contestuale riduzione delle sanzioni ad 1/3 del minimo previsto dalla legge;
  • presentare ricorso avverso l’avviso di accertamento dinanzi alla Commissione Tributaria Provinciale competente al fine di richiedere l’annullamento della pretesa tributaria sottesa all’atto impositivo.

Il Contribuente che, per volontà o per negligenza, non opti per nessuna delle predette opzioni, dovrà tenere presente che gli avvisi di accertamento diventano esecutivi decorso il termine utile per la proposizione del ricorso e, trascorsi 30 giorni dal termine utile per il pagamento, la riscossione delle somme richieste sarà affidata agli agenti della riscossione.

Avv. Annamaria Appiani

HAI BISOGNO DI UNA CONSULENZA?

Consulenza telefonica
e consulenza via email

Ottieni una consulenza telefonica o via email da un nostro consulente qualificato quando ti è più comodo.
29
PACCHETTO BASE
Consulenza telefonica
  • 20 minuti di consulenza
  • Prenotazione online
  • Scelta del giorno e dell'orario.
  • Nessuna attesa
49
PACCHETTO BASE
Consulenza via email
  • riposte scritte
  • invio documentazione
  • Prenotazione online
  • Nessuna attesa
RICHIESTA MAGGIORI INFORMAZIONI

Richiedi un preventivo gratuito

Contattaci tramite telefono [334 1695918], email [contact@consulenza-pranzo.it] o compila il form sottostante. In breve tempo comunicheremo via email il preventivo personalizzato.