Ape sociale cumulo e ricongiunzione dei contributi

Novembre 30, 2020by Avv. Annamaria Appiani

Ape sociale 2021

Cos’è l’Ape sociale

L’Ape sociale è una misura agevolativa che consente ai lavoratori di età anagrafica pari ad almeno 63 anni e 30 anni di contributi versati di andare in pensione in anticipo, senza ulteriori costi.

In particolare, il beneficio consiste in un’indennità corrisposta dai 63 anni fino al raggiungimento dell’età prevista per la pensione di vecchiaia; l’importo è pari alla rata mensile di pensione calcolata al momento dell’accesso ad Ape sociale se inferiore a 1.500 euro o pari a 1.500 euro se superiore, anche per il 2021.

Il testo in bozza della Legge di Bilancio ha confermato per il 2021 il trattamento per l’anticipo sulla pensione con una novità che riguarda i requisiti dei beneficiari, con particolare riguardo all’ampliamento della platea dei beneficiari.

Ape sociale 2021, i requisiti e le novità

Anche per il 2021 per accedere ad Ape sociale non basta avere 63 anni, ma occorre finanche appartenere ad una determinata categoria di lavoratori, disoccupati inclusi, oltre ad avere 30 o 36 anni di contributi, a seconda della categoria di appartenenza.

La novità del testo in bozza della Legge di Bilancio 2021, come spiega la relazione illustrativa che accompagna il testo, riguarda proprio i disoccupati, stabilendo che potranno pertanto accedere al beneficio anche coloro che non hanno percepito l’indennità di disoccupazione per carenza del requisito assicurativo e contributivo.

Le categorie che possono beneficiare dell’Ape sociale, alle quali si aggiungeranno per il 2021 anche altri beneficiari, sono:

  • disoccupati che hanno cessato integralmente, al momento della domanda, di ricevere le prestazioni per gli ammortizzatori sociali da almeno 3 mesi. Il requisito contributivo è di almeno 30 anni
  • soggetti con invalidità civile pari o superiore al 74% con almeno 30 anni di contributi;
  • persone che assistono parenti di primo grado con disabilità grave con almeno 30 anni di contributi
  • lavoratori occupati in attività gravose con almeno 36 anni di contributi che possano dimostrare di aver svolto un’attività gravosa per almeno 6 anni negli ultimi 7, o per almeno 7 negli ultimi 10.

Avv. Annamaria Appiani

HAI BISOGNO DI UNA CONSULENZA?

Consulenza telefonica
e consulenza via email

Ottieni una consulenza telefonica o via email da un nostro consulente qualificato quando ti è più comodo.
29
PACCHETTO BASE
Consulenza telefonica
  • 20 minuti di consulenza
  • Prenotazione online
  • Scelta del giorno e dell'orario.
  • Nessuna attesa
49
PACCHETTO BASE
Consulenza via email
  • riposte scritte
  • invio documentazione
  • Prenotazione online
  • Nessuna attesa
RICHIESTA MAGGIORI INFORMAZIONI

Richiedi un preventivo gratuito

Contattaci tramite telefono [334 1695918], email [contact@consulenza-pranzo.it] o compila il form sottostante. In breve tempo comunicheremo via email il preventivo personalizzato.